VIDEO DI PRESENTAZIONE

COSA FA IL TECNOLOGO ALIMENTARE

Studio, progettazione, direzione e collaudo di:
  • processi di lavorazione degli alimenti e dei prodotti biologici correlati, ivi compresi i processi di depurazione degli effluenti e di recupero dei sottoprodotti;
  • laboratori di analisi e di ricerca e sviluppo;
  • impianti e macchine per la produzione di alimenti (in collaborazione con altri professionisti);
  • lavori che attengono alla pianificazione alimentare, con particolare riferimento alla valutazione delle risorse esistenti, alla loro utilizzazione e alle esigenze alimentari e nutrizionali dei consumatori (in collaborazione con altri professionisti);
  • lavori che attengono alla ristorazione collettiva in mense aziendali, mense pubbliche, mense ospedaliere e qualsivoglia tipo di servizio di mensa e ristorazione;

Attività di marketing, distribuzione ed approvvigionamento delle materie prime e dei prodotti finiti alimentari, degli additivi alimentari, degli impianti alimentari;

Analisi dei prodotti alimentari, accertamento e controllo qualità di materie prime alimentari, di prodotti finiti, di semilavorati, di imballaggi e di quanto altro attiene alla produzione ed alla trasformazione dei prodotti alimentari, definizione degli standard e dei capitolati;

Statistica, ricerche di mercato e relative attività in relazione alla produzione alimentare;

Ricerca e sviluppo di prodotti e processi di produzione alimentare;

Attività di consulenza per enti pubblici ed aziende private;

E’ figura autorevole come auditor dei sistemi di gestione qualità-igiene-sicurezza-ambiente, come docente e ricercatore, come esperto dei servizi di ristorazione commercial e collettiva, come specialista della vigilanza sull’ igiene degli alimenti e come perito tecnico presso i tribunali.

Le Responsabilità, le Competenze ed il Codice Deontologico del Tecnologo Alimentare sono regolate dalla Legge    N ° 59 del 18-01-1994: legge_n_59_del__18-01-1994